Nuova disciplina da Giugno sui libretti per caldaie a gas e climatizzatori

Home » Blog » Nuova disciplina da Giugno sui libretti per caldaie a gas e climatizzatori

Una delle spese più importanti che affligge necessariamente persone fisiche ed aziende è quella sull’energia: soprattutto in particolari periodi dell’anno, ogni Italiano si trova costretto a trovare il giusto compromesso tra una corretta fornitura di riscaldamento per i propri ambienti e tempi di consumo non troppo eccessivi al fine di contenere il più possibile i costi delle bollette.
Uno dei modi per risparmiare sui costi di gas e riscaldamento è quello di confrontare le diverse offerte tra i vari fornitori privati (Enel, Eni, ecc) per trovare la soluzione più ottimale alle proprie esigenze, ma non bisogna trascurare anche i controlli di assistenza e manutenzione degli impianti, tra cui, fondamentali, quelli previsti obbligatoriamente dalla legge.
Sappiamo infatti che tutti gli impianti sono ormai forniti di diverse certificazioni che servono proprio per metterne in risalto le condizioni di efficienza. Tra queste certificazioni spicca il noto libretto su cui sono riportate tutte le informazioni sullo stato di salute del nostro apparecchio e che dovrà essere mostrato quando vengono eseguiti i controlli periodici previsti dalla legge.
Proprio il libretto è stato oggetto di revisione della legge del 10 Febbraio 2014 che nella sua normativa fissa i criteri che dovranno seguire i nuovi modelli che entreranno in vigore dal primo Giugno di quest’anno. La normativa è stata predisposta dal Comitato Termotecnico Italiano ed è stata ispirata a principi di snellimento delle informazioni e di semplicità per l’utente finale.
L’obiettivo è quello di raccogliere tutte le informazioni sparse tra le varie certificazioni in un unico e completo libretto suddiviso in schede modulabili. Avremo così un solo modello, anziché due, che sarà personalizzato in base alle caratteristiche dell’impianto; inoltre i modelli con i rapporti dell’efficienza energetica saranno ben quattro e riguarderanno non solo le caldaie gas ma anche climatizzatori, impianti di teleriscaldamento e di co-trigenerazione.
Altra novità riguarda poi il rilascio dello stesso. Fino ad ora il libretto era rilasciato dall’azienda che installa l’impianto. Invece dall’1 Giugno 2014 il nuovo modello dovrà esser scaricato online dal sito del ministero dello Sviluppo Economico direttamente dai proprietari dell’appartamento o dall’amministratore di condominio.
Pertanto aspettiamoci che i prossimi controlli in programma saranno effettuati sulla base dei nuovi certificati e quindi il nostro onere sarà quello di aggiornarci tempestivamente con i nuovi libretti per non incorrere in sanzioni. Ricordiamo che le verifiche sugli impianti sono fissati in 4 anni per le caldaie a gas e 2 anni per gli impianti condominiali anche se questi dati valgono come regola generale visto che potrebbero variare in base a normative regionali o in base a modifiche apportate all’impianto che ne hanno deferito i termini.

 

Posted on 28 aprile 2014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *